Registrazione delle prescrizioni di antibiotici nella medicina veterinaria

Il sistema d’informazione sugli antibiotici nella medicina veterinaria SI AMV comprende tutte le terapie antibiotiche registrate dai veterinari. Esso consente di chiarire le cause dell’impiego elevato di antibiotici e di sviluppare misure mirate.

Nel sistema SI AMV è obbligatorio registrare il consumo di antibiotici in relazione agli animali da reddito e agli animali domestici. Dall’inizio del 2019 i veterinari devono registrare il trattamento di gruppi di animali. Dal 1° ottobre del 2019 sono rilevati anche i trattamenti per singoli animali come anche la dispensazione per la scorta. Sono eccettuati unicamente gli antibiotici ad uso esclusivamente topico quali pomate, colliri o gocce auricolari.

LʼSI AMV è concepito per essere facilmente utilizzabile dall’utente e le interfacce con la maggior parte dei software per la prassi sono approntate dai loro fabbricanti.

Il catalogo dei dati nellʼSI AMV è stato espressamente limitato al necessario. Tuttavia l’obbligo di registrazione causa un onere supplementare ai veterinari, i quali in tal modo contribuiscono ulteriormente alla lotta contro le resistenze agli antibiotici: negli ultimi anni si è già potuto constatare una riduzione significativa della distribuzione di antibiotici ad uso veterinario. La riduzione delle quantità distribuite di antibiotici critici mostra in particolare che un loro impiego appropriato permette di apportare miglioramenti considerevoli.

L’introduzione dellʼSI AMV è avvenuta complessivamente senza difficoltà e la maggior parte degli studi veterinari e delle cliniche veterinarie si è registrata nellʼSI AMV inserendo le prescrizioni di antibiotici. Finora ne sono state registrate 1’045’390, di cui 872’187 per singoli animali, 17’420 nell’ambito di trattamenti di gruppo e 155’783 per dispensazioni per la scorta. I dati sono esaminati solo per verificarne la correttezza; le prime valutazioni saranno comunicate presumibilmente nell’autunno 2020.

I nuovi dati rilevati sull'uso di antibiotici forniranno preziose informazioni. In futuro, i veterinari e le aziende detentrici di animali da reddito potranno trarre conclusioni sul consumo di antibiotici presso il proprio studio o la propria azienda. I dati permetteranno inoltre confronti regionali, nazionali e internazionali sul consumo di antibiotici. In caso di indizi che lasciano presupporre un uso eccessivo o inappropriato di antibiotici, possono essere effettuate indagini mirate a individuare le possibili cause.
Inoltre i dati consentono di valutare se le misure adottate sono efficaci o se ne sono necessarie altre. L'obiettivo è quello di garantire a lungo termine l’efficacia degli antibiotici al fine di tutelare la salute delle persone e degli animali.

Ultima modifica 08.09.2020

Inizio pagina

Bild IS ABV Personen
https://www.star.admin.ch/content/star/it/home/star/Newsletter-Beitraege/isb-abv-star.html